Sex in The City

“Perversione è quella parola che le persone noiose usano per chiamare le fantasie altrui”

Deimos e Phobos ottobre 11, 2008

Filed under: Amore,gay,Pensieri — sexinthecity - Samantha @ 3:27 am
Tags: , , , , , , , , , , , ,

Deimos e phobos stanno in agguato come la scintilla di vita di un parto non voluto. Mi aggiro pensieroso per vie d’acqua il cui salmastro mi ricorda di essere in bilico tra realtà che non mi appartengono più e sogni che vorrei vedere realizzati.

Respiro lentamente e lui mi ascolta nel mio lamento. Si sta finalmente svegliando dopo la pausa estiva, ebro di tutte quelle persone che nella calura abusarono di lui . Uno scafo blu come la notte si riflette nel suo nero creando frastagliate geometrie che mi ricordano un kaleidoscopio di assurdità..

E tutto questo (more…)

Annunci
 

la piccola vedetta ucraina… giugno 16, 2008

Filed under: erotismo,gay,Pensieri — sexinthecity - Samantha @ 10:36 pm
Tags: , , , , , , , , , , , ,

Eccomi in piena crisi ormonale!

la scena è la più classica, finisco di commentare sul blog stacco il mio portatile (anche chiamato il mio ufficio trasportabile) lo infilo nella borsa ed eccomi pronto ad andare da un cliente… è un cliente molto particolare difatti è una mia amica che ha uno stabilimento balneare e che ha deciso di servirsi di me per i suoi biechi scopi ovvero diventare famosa!

Arrivo con il mio gingillo tecnologico mi collego alla wifi che ho comodamente installato e mi sistemo su quello che sarà il mio ufficio estivo.. ovvero il tavolino del bar del suddetto stabilimento balneare. Credetemi non c’è cosa più bella che lavorare con la brezza marina che vi scompiglia i capelli con le cuffiette e la musica che preferite nelle orecchie, una connessione iper veloce che praticamente utilizzate solo voi, un tavolino, una bibita sempre fresca… e… e… tanti bei ragazzi che ti sfilano davanti chiaramente in costume… che mostrano le loro timide (per il momento) abbronzature.

Arriva la mia amica con una lista chilometrica di cose da fare e mi preparo a questa lunghissima session lavorativo… purtroppo sono troppo buono con gli amici e loro chiaramente se ne approfittano in maniera impudita!

Mentre sono li che stiamo sistemando alcune cose su computer mi fa presente che è finalmente arrivato il nuovo bagnino e che è bellissimo, esattamente un minuto dopo me lo vedo arrivare, un ragazzo di origine ucraina appena maggiorenne alto 1,90 ma di viso nulla di eccezionale sentenzio io sempre acido ed esigente.

Lei mi guarda con fare malizioso mi sorride “Vedremo” e scompare, nel frattempo continuo a lavorare, lei ritorna con una felpa rossa la porge al bagnino e lo invita a provarsela, nello stesso istante alzo gli occhi giusto in tempo per vedere questo semplice ragazzino ucraino che si trasforma in una statua greca con un fisico mozzafiato rimasto nascosto dalla felpa che indossava!

Due spalle che avrebbero (more…)