Sex in The City

“Perversione è quella parola che le persone noiose usano per chiamare le fantasie altrui”

Sfrociando al Google Developer Day ottobre 22, 2008

21102008279sottotitolo: Tra geek e nerd con un boa di struzzo, un portatile e lustrini vari!

Colonna sonora Vivamente consigliata: Hail to geek (deaf pedestrian)

Sveglia alle 6 del mattino per poter arrivare dall’altra parte di Milano puntuale per entrare nel regno di coloro che hanno fatto del nerding una ragione di vita e del geeking un sistema ultra milionario!

La vostra Samantha era li… bello come il sole, nerd fino al buco del culo, e soprattutto tronfio e sborone come poche cose su questo pianeta in quanto il Google Developer Day è un evento che fanno una volta l’anno, ha solo 360 posti ed è ad invito su base motivazionale!!

Lasciando perdere tutte le motivazioni tenciche per cui ero li e sorvolando sulla dose di informazioni da google addicted che puoi acquisire, quello che mi ha stupito di più sono i nuovi fenomeni sociali…

qualche anno fa in questi luoghi vi erano solo

(more…)

Annunci
 

Della Mia omosessualità ovvero La Scoperta – Parte Prima giugno 17, 2008

Sotto-sottotitolo: La Risposta è dentro di me ma è SBAGLIATA!

Da ragazzetto ero un piccolo teppistello, anzi.. un grasso teppistello, arrogante, stronzo, polemico, litigioso e manesco. Quando non potevo avere ragione me la prendevo con la forza. Per questo venni bocciato in 3^ superiore… per questo e per il fatto che in fondo non mi sentivo bene, mi sentivo diverso dagli altri.

Ero spiccatamente più intelligente, più sensibile, una sorta di cavaliere dei più deboli e allo stesso tempo sentivo delle pulsioni che avevo sempre avuto ma reprimevo.. per i ragazzi.
Mi ricordo come se fosse oggi quel giorno, era il quinto giorno di settembre, la scuola sarebbe iniziata a breve, sono a casa e il telefono squilla mio padre risponde “si sono io, va bene…[pausa] deve venire anche lui? Perfetto, a domani mattina!” era la preside del mio istituto, aveva convocato mio padre e me per la mattina dopo. Fu una tragedia quando mi disse che dovevano cambiarmi di sezione, ironia della sorte vi erano troppi pochi maschi e a causa mia non tornava il turno della doppia lingua e di ginnastica, quindi decisero di cambiarmi sezione.

Furono 5 minuti di inferno mi veniva da piangere e per non piangere presi il registro che la preside aveva davanti a se e lo scaraventai giù dal secondo piano dalla finestra! “Cosa fai?” la guardai con tutto l’odio che potei prendere dentro di me “fortunata solo che non lo faccia con lei! Andrò in quella classe ma ricordatevi che mi dovete un favore… a buon rendere!” e me ne andai sbattendo la porta e lasciando preside e padre sbigottiti… ho sempre adorato le scene Teatrali… sono un’attore nell’animo!

Quell’anno iniziò e io legai divinamente con la nuova classe che era molto più in gamba e molto più affiatata della precedente. Praticamente un manipolo di 24 figli di puttana in meno di 10metri quadri. E accanto a me lui, così dolce, premuroso e TERRIBILMENTE BONO! Capello castano chiaro, occhio azzurro sguardo tenero, calciatore ma allo stesso tempo con un cervello e un’ottimo livello di cultura. Diventammo subito amici di studio e non solo e li.. imparai che la masturbazione può diventare quasi una necessità!

Mi invaghì di questo ragazzo e non potei più fare a meno di notare che oltre che le ragazze mi piacevano anche gli ometti… e non poco!
Quella quarta classe fu un divertente ma tormentato inferno per un (more…)